cono cratere 2002

Eruzione dell’Etna 2002

L’eruzione dell’Etna 2002 è durata 3 mesi. L’eruzione è iniziata il 27 ottobre 2002 sul versante Etna nord e si è conclusa il 29 gennaio 2003 sul versante Etna sud. Questa eruzione è stata una delle più esplosive degli ultimi 100 anni ed è anche chiamata “l’eruzione perfetta”.piano provenzana da 2000 metri

L’eruzione è legata anche al terremoto di Santa Venerina che ha causato grandi danni ai paesi sul lato est del vulcano.

Inizio dell’eruzione

L’eruzione dell’Etna 2002 è stata preceduta da una frequente e forte attività sismica nel versante nord est del vulcano nella notte tra il 26 e il 27 ottobre.

contrasto lava vegetazione eruzione 2002

A causa di questi terremoti, la stazione sciistica di Piano Provenzana iniziò a subire dei forti danni. Poche ore dopo il terremoto, intorno alle 5.00 del mattino l’Etna ha eruttato e sul  versante nord incominciò ad arrivare la prima lava.

Il percorso dell’eruzione

Una serie di crateri si iniziarono ad aprire sul versante nord creando la cosi detta “bottoniera” le ceneri e i lapilli iniziarono a spargersi per chilometri nell’aria e la lava raggiunge Piano Provenzana (1800 mt di altezza).

Qui sono sepolti sotto la lava i negozi di souvenir, alberghi, ristoranti e tanti anni di storia di una importante stazione turistica. L’eruzione dell’Etna del 2002 continua incessantemente dirigendosi verso la pineta Ragabo e continuando il suo corso verso Linguaglossa ma fortunatamente termina il 7 novembre. E Si è fermata a 7 km dal paese di Linguaglossa.

Le emissioni di cenere continuano senza sosta e raggiungono persino la Libia e le isole greche. L’aeroporto di Catania e l’aeroporto di Reggio Calabria devono chiudere proprio per questo motivo.Etna quad tour Piano Provenzana

Durante l’eruzione dell’Etna 2002 gli unici aerei che volavano erano i “canadeir” che hanno fatto un grandissimo lavoro di bonifica ai fianchi della colata di lava per riuscire a contenere l’incendio nella pineta e nel bosco.

In contemporanea sul versante sud si formano due crateri, uno a 2750 metri di altitudine e uno a 2800 metri. Il rifugio Torre del Filosofo è sepolto per sempre sotto tonnellate di materiale vulcanico. L’eruzione si divide in due flussi di lava. Una scende verso il giardino botanico di Nuova Gussonea sul lato sud-ovest e l’altra scende verso il Rifugio Sapienzaalbergo crollato piano provenzana lava 2002. Il rifugio riesce a salvarsi dalla lava e dal fuoco, ma un centro informazioni e un bar sono stati colpiti dalla lava.

Fine dell’eruzione del 2002

L’eruzione termina il 29 gennaio 2003. In totale, l’eruzione ha creato circa 160 milioni di metri cubi di materiale vulcanico. Il centro turistico sul versante nord dell’Etna, Piano Provenzana, è stato completamente distrutto. Inoltre, diversi ettari della pineta Ragabo sono andati a fuoco.

La lava dell’eruzione del 2002

È possibile vedere la lava di questa devastante eruzione del 2002?

Si possono ancora vedere le conseguenze dell’eruzione dell’Etna 2002 , basta salire sul versante nord dell’Etna di Linguaglossa ed arrivare a Piano Provenzana. Se si fa una piccola passeggiata lungo il sentiero qui, si possono vedere i resti di un ristorante e di un albergo sepolto sotto la lava.

Se vuoi vedere si possono anche visitare i crateri del teatro eruttivo del 2002 con un escursione.

Si può anche fare un’escursione sull’Etna in quad per mezza giornata. In questo quad tour visiterete, costeggerete la colata lavica del 2002 in mezzo al bosco e man mano la guida vi racconterà la storia di questa eruzione dell’Etna.etna nord vulcano etna

Notizie

Nuovo collegamento aeroporto Catania

Catania | Da oggi possiamo usufruire di un servizio importante che mancava …

Eruzione dell'Etna al tramonto

Linguaglossa | Il 16 febbraio, all'imbrunire, il cratere di Sud Est dell'Etna …

L’Etna rispetta la zona Rossa

Linguaglossa | La Sicilia bloccata in zona rossa e non può mancare …

Più notizie